Il Recovery Fund per Chioggia, iniziamo una discussione in città.

Nei tavoli Regionali e Nazionali molto si sta discutendo su come utilizzare e ripartire le risorse del Recovery fund, non sappiamo se Chioggia ha partecipato a questi tavoli e se ha proposto progetti di miglioramento.

Quello che sappiamo è che i tempi sono stretti e in molti Comuni limitrofi le Categorie, le Associazioni e i Cittadini sono già stati coinvolti per una discussione comune sui possibili progetti prioritari da identificare.

Questo può essere davvero il momento di fare un cambio di passo e creare qualcosa di nuovo e buono per noi, ma soprattutto per le generazioni future.

Entro il 4 giugno 2021 i Comuni possono partecipare al bando pubblicato in G.U. 56/2021 del DPCM 21/01/2021 di “Assegnazione ai comuni di contributi per investimenti in progetti di rigenerazione urbana, volti alla riduzione di fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale”.

Questi ed altri sono gli obiettivi finanziabili con il Recovery Fund: digitalizzazione, innovazione e competitività del sistema produttivo, rivoluzione verde e transizione ecologica, infrastrutture per la mobilità, istruzione, formazione, ricerca e cultura, equità sociale, di genere e territoriale, salute.

Il tempo è pochissimo ed il lavoro da fare è molto. È indispensabile che i progetti tengano conto dei reali bisogni della città e non siano pensati “a freddo” o tanto per fare qualcosa. Bisogna sentire il parere delle associazioni produttive, sociali, culturali, sportive per proporre qualcosa di utile e strutturato. Ma bisogna farlo in fretta, bisogna farlo adesso, subito. È per questo che chiediamo alla Amministrazione Comunale di Chioggia, di avviare un importante momento partecipativo di ascolto, di raccolta delle istanze, di confronto con tutti i Cittadini, le Associazioni, le Categorie, le Forze Politiche. Ne va del futuro di Chioggia.