Trasporti e imprese: «I fondi del Recovery sono l’ultimo treno»

www.nuovavenezia.it

«l fondi del Recovety fund sono l’ultimo treno Chioggia». Lo sostiene Roberto Rossi della lista civica Energia Civica preoccupato che l’amministrazione comunale non presenti alcun progetto per accedere ai 2,984 miliardi di euro destinati al Veneto per il Piano per la ripresa e la resilienza. «Da un’attenta lettura
del Piano, che prevede 138 progetti, suddivisi in 13 macro aree», spiega Rossi, «abbiamo individuato 43 progetti importanti per il territorio dei quali 24 di competenza comunale, 11 di competenza regionale, otto di competenza delle imprese che devono essere sostenute nella progettazione. Ci rendiamo conto che il materiale è consistente, ci siamo permessi di selezionare alcuni progetti che a nostro parere son prioritari e da avviare con urgenza viste le scadenze Strette. Ogni comune può richiedere un contributo interventi nel limite di 5 milioni di euro, ma le richieste vanno presentate entro il 4 giugno». Energia Civica ha inviato una lettera al sindaco Ferro in cui elenca i progetti utili specificando anche il finanziamento necessario e la macro area. Tra i suggerimenti per la rigenerazione urbana, per i servizi educativi c scolastici, per il trasporto, lo sviluppo del sistema commerciale, il rilancio delle imprese turistiche, il cohousing, per in crisi nelle ciclovie nazionali, perla difesa idrogeologica della costa, la laminazione del Brenta.


Elisabetta Boscolo Anzoletti